Problemi con il web, nuovi servizi per dnghu.org aggiunto, e più grammatiche donati a biblioteche europee

Automatic translation from the English version, as of July 30th, 2008.

Più recenti sviluppi della Associazione:

1. I nostri server web non ha funzionato correttamente fino al 20 di luglio, probabilmente dal mese di giugno – vale a dire solo il periodo non abbiamo potuto prendere cura di loro – a causa di alcune nuove configurazione di DSL da parte di telecomunicazioni spagnolo Telefonica principale, o, secondo loro, a causa della “sbagliato installazione / riparazione da parte del servizio tecnico” dello scorso anno, che è stato effettivamente fatto da loro servizio ufficiale:? . Apparentemente, quindi, dobbiamo sopportare i problemi tecnici dei nostri dispositivi Internet una volta l’anno …
2. Il nuovo webmail conti sono già al lavoro utilizzando Google Gmail. Ciò significa che alcuni di soccorso per i nostri server, e una più facile gestione dei conti. C’è anche un elenco di e-mail (permesso) iscritti a leizda@dnghu.org. Il primo membro del blog è stato creato presso il dnghu.org dominio, anche. Tutte queste opzioni sono ancora aperte solo per i membri, ma ci auguriamo di offrire loro semplice per gli utenti registrati nel prossimo futuro. Potete iniziare chiedendo loro in questo momento, però.
3. Dopo il fallimento del gruppo d’Orkut, probabilmente a causa del limitato successo che ha in paesi diversi dal Brasile e l’India, un nuovo gruppo è stato creato in Facebook, nella speranza che diventa un popolare rete sociale in Europa. Più di un modo di comunicare tra i membri, dovrebbe essere un forum per diffondere e discutere il progetto con coloro che sono interessati al suo interno.
4. Alcune grammatiche di più sono stati donati al pubblico europeo e biblioteche universitarie. Nuove aggiunte potrebbe essere seguita, come al solito, la biblioteca da donazioni pagina. Ci sono circa 170 libri già, e speriamo che saremo l’invio di circa il 20 più legati alle biblioteche per l’Unione europea (in Belgio, i Paesi Bassi e Lussemburgo) nella prossima settimana. Dopo di che, più copie della edizione stampata saranno probabilmente necessari per continuare questa campagna di donazione, o altro fermato per un po ‘di tempo.
5. L’Associazione è rappresentata dalla francese Chauvet Cave Bear logo, perché essa rappresenta la più antica tradizione / storia d’Europa centrale e quindi il suo originale, preistorici abitanti. Abbiamo infine scelto un simbolo per rappresentare la lingua (e quindi progetti come Europaiom), il danese solvogn o “sunwagon”, perché questa è probabilmente la più antica rappresentazione che abbiamo di ciò che sono (e sono) i simboli comuni di coloro che sono intervenuti in Europa Lingue indo-europee negli ultimi PIE comunità nel Nord Europa fino a ca. 4.000 anni fa: il cavallo e la ruota, o, meglio, il cavallo e il carro. Il solvogn (di ca. 1800-1600 aC) è stata probabilmente la maggior parte all’interno di un fatto già differenziate Proto-germanico comunità, ma che sia comunque mandatario del comune antico indo-europee di lingua e cultura d’Europa. Esso rappresenta quindi la purezza cercato con il linguaggio moderno sistema in relazione alla lingua europea preistorici cerchiamo di ravvivare a Dnghu.

Il vostro team della associazione della lingua indoeuropea.

Rinascita del protoindoeuropeo e grammatica della lingua indoeuropea presentati nel più piccolo Stato d’Europa: il Sovrano Ordine di Malta

Automatic translation from the English version, as of June 14th, 2008.

Fra ‘Matthew Festing, il nuovo Principe e Gran Maestro del Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme, di Rodi e di Malta (noto come il Sovrano Militare Ordine di Malta), per un cattolico con sede a Roma, considerato un soggetto sovrano del diritto internazionale – di conseguenza, il più piccolo stato europeo – ha ricevuto le informazioni riguardanti il nostro proto-indo-europeo lingua rilancio del progetto e una copia della nostra grammatica.

Abbiamo contattato recentemente eletto Gran Maestro, nella speranza che PIE rilancio essere sostenuto da l’Ordine, perché potrebbe essere un altro modo per contribuire a unire gli europei sotto i nostri valori comuni e la cultura, essendo più facile per loro di adottare tali ‘politica linguistica’ rispetto per le decisioni qualsiasi altro Stato europeo, in quanto non è in grado di influenzare direttamente i loro cittadini. Se le misure sono adottate, sarebbe comunque essere significativo per l’Europa e l’Unione europea. Il Gran Maestro ha accettato il presente e si è detto “felice di farlo” e lui “sarebbe letto con interesse”.

Siamo grati per la sua cortese risposta e di incoraggiamento.

Il vostro team della lingua indoeuropea.

Breve relazione sulla presentazione della rinascita della lingua protoindoeuropea a Tolosa, nel ‘Forom des Langues et Culture du Monde’

Automatic translation from the English version, as of June 2th, 2008.

Proprio come il Prof Feraud, dal russo stand al Forum des Langues de Tolosa, descrive la manifestazione di ieri, con la reazione del pubblico alla presentazione del progetto di rinascita della lingua protoindoeuropea:

Vi è stata una buona partecipazione al forum di lingua, forse in migliaia. Alcune centinaia di volantini sono stati distribuiti tra i visitatori – vedi un esempio di 4 opuscoli in formato A4.

Abbiamo in contatto con molte lingue associazioni e gruppi con variabile reazioni:

* Le denunce in merito alla complexitiy di protoindoeuropeo declensions da alcuni oratori di non flessa lingue.
* Polite e positiva accoglienza da parte della maggior parte degli altri stand rappresentanti delle lingue europee.
* Molto buona comprensione delle basi del progetto, in particolare indiani e la più moderna ebraico, a causa di evidenti ragioni.
* Future collaborazioni con un’altra lingua e di associazione un’istituzione europea di Tolosa sono prevedibili, grazie ai contatti realizzati.
* E, alcuni critici anche dal Esperanto stand: “la lingua per l’Unione europea esiste già, è Esperanto …” 😕

Il vostro team della lingua indoeuropea.