Archive for June, 2008

Rinascita del protoindoeuropeo e grammatica della lingua indoeuropea presentati nel più piccolo Stato d’Europa: il Sovrano Ordine di Malta

Automatic translation from the English version, as of June 14th, 2008.

Fra ‘Matthew Festing, il nuovo Principe e Gran Maestro del Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme, di Rodi e di Malta (noto come il Sovrano Militare Ordine di Malta), per un cattolico con sede a Roma, considerato un soggetto sovrano del diritto internazionale – di conseguenza, il più piccolo stato europeo – ha ricevuto le informazioni riguardanti il nostro proto-indo-europeo lingua rilancio del progetto e una copia della nostra grammatica.

Abbiamo contattato recentemente eletto Gran Maestro, nella speranza che PIE rilancio essere sostenuto da l’Ordine, perché potrebbe essere un altro modo per contribuire a unire gli europei sotto i nostri valori comuni e la cultura, essendo più facile per loro di adottare tali ‘politica linguistica’ rispetto per le decisioni qualsiasi altro Stato europeo, in quanto non è in grado di influenzare direttamente i loro cittadini. Se le misure sono adottate, sarebbe comunque essere significativo per l’Europa e l’Unione europea. Il Gran Maestro ha accettato il presente e si è detto “felice di farlo” e lui “sarebbe letto con interesse”.

Siamo grati per la sua cortese risposta e di incoraggiamento.

Il vostro team della lingua indoeuropea.

Breve relazione sulla presentazione della rinascita della lingua protoindoeuropea a Tolosa, nel ‘Forom des Langues et Culture du Monde’

Automatic translation from the English version, as of June 2th, 2008.

Proprio come il Prof Feraud, dal russo stand al Forum des Langues de Tolosa, descrive la manifestazione di ieri, con la reazione del pubblico alla presentazione del progetto di rinascita della lingua protoindoeuropea:

Vi è stata una buona partecipazione al forum di lingua, forse in migliaia. Alcune centinaia di volantini sono stati distribuiti tra i visitatori – vedi un esempio di 4 opuscoli in formato A4.

Abbiamo in contatto con molte lingue associazioni e gruppi con variabile reazioni:

* Le denunce in merito alla complexitiy di protoindoeuropeo declensions da alcuni oratori di non flessa lingue.
* Polite e positiva accoglienza da parte della maggior parte degli altri stand rappresentanti delle lingue europee.
* Molto buona comprensione delle basi del progetto, in particolare indiani e la più moderna ebraico, a causa di evidenti ragioni.
* Future collaborazioni con un’altra lingua e di associazione un’istituzione europea di Tolosa sono prevedibili, grazie ai contatti realizzati.
* E, alcuni critici anche dal Esperanto stand: “la lingua per l’Unione europea esiste già, è Esperanto …” 😕

Il vostro team della lingua indoeuropea.